Le tre cose che un imprenditore digitale deve fare bene: idea, esecuzione e cultura

Gli imprenditori digitali devono far bene almeno tre cose per ottenere un successo sostenibile per la loro azienda: idea, esecuzione e cultura, con tutto ciò che sta dietro a queste parole.

Spesso si parla solo delle prime due parole chiave, tuttavia penso che la terza sia altrettanto importante.

Le grandi imprese nascono con una visione che ispira le persone. Ad esempio, l’idea dietro Innomatic è che ci sono modi migliori per generare e diffondere valore con il software in un oceano blu di opportunità. Questa convinzione è rimasta solida fin dal primo giorno nonostante in circa 15 anni il servizio si sia evoluto.

L’idea però non è tutto: è un piccolo moltiplicatore rispetto al valore dell’esecuzione. Un’idea geniale senza esecuzione rimane… un’idea; un’idea appena sufficiente con un’esecuzione grandiosa può valore milioni.

Inoltre molti imprenditori rimangono intrappolati nella loro idea, innamorandosene e pensando che valga molto più di quanto lo sia realmente e pensando che possa attrarre magicamente clienti, quando invece spesso basta risolvere bene un problema anche piccolo ma diffuso.

In sostanza, l’esecuzione consiste nel fornire valore ai clienti e portare avanti la tua azienda in modo profittevole, estraendone in cambio valore in forma di denaro.

L’esecuzione è l’insieme di attività che consentono di creare e far andare avanti questo circolo virtuoso:

  • costruire e far evolvere il tuo modello di business, ad esempio con strumenti come il business model canvas;
  • conoscere e controllare cose come i prezzi, i costi, i clienti, la pianificazione delle consegne;
  • attrarre continuamente clienti con il marketing e trasformare le opportunità generate in vendite (non c’è business senza vendite);
  • assumere le persone giuste per far funzionare tutto quanto sopra;
  • fare piccoli errori non fatali verificando le ipotesi e sperimentando, e imparando da essi – gli imprenditori non sono giocatori d’azzardo ma persone che conoscono e mitigano i rischi;
  • ecc.

Il terzo elemento, quello più sottovalutato, è la cultura: è importante per via del ruolo primario che le persone hanno in aziende come quelli dei servizi intellettuali.

Gli imprenditori che costruiscono aziende di questo genere hanno pochi altri asset oltre alle persone che ne fanno parte. L’innovazione e la creatività non possono essere “fabbricate” o “industrializzate” pensando alle persone come a delle “risorse umane”.

Per questo motivo è necessaria una forte cultura aziendale per attrarre e assumere grandi persone: gli imprenditori devono supportarle, sfidarle e ispirarle.

La cultura di suo non è sufficiente per creare un’azienda (puoi anche creare un’associazione e avere una cultura), tuttavia le aziende hanno risultati migliori quando sono formate da persone di valore. La cultura, che è unica per ogni azienda, definisce se puoi assumere i migliori talenti e se puoi riuscire a tenerli con te.

La tua azienda ha una sua cultura anche se non gli hai dato molto peso ed è generata sulla base di ciò a cui dai valore: riflette il modo in cui tratti i dipendenti, collaboratori, clienti e fornitori.

La cultura fa sì che grandi idee e un’esecuzione formidabile rimangano sostenibili e fa in modo che la tua azienda rimanga in piedi anche nei periodi difficili.

Loading Facebook Comments ...
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *